Categorie

Anfiteatro romano di Firenze 11/10/2016

Ecco come doveva apparire l'anfiteatro romano di Firenze, dove oggi sorge Palazzo Peruzzi. Dall'alto, dalle foto satellitari, ancora su può leggere l'emiciclo della struttura romana, sebbene nel tempo sia stato modificato e ricostruito sulle sue fondazioni.

L’anfiteatro è il monumento più antico della Firenze romana di cui ancora oggi si possano osservare le vestigia. Venne eretto all’inizio del II secolo d.C., in età adrianea e poteva contenere quasi 20.000 spettatori, soddisfacendo così la necessità sia dei fiorentini che dei fiesolani, che non avevano nella loro città un simile monumento.

Quando fu costruito, tra il 124 e il 130 d.C., si trovava ben al di fuori della cerchia muraria (passava per via del Proconsolo a qualche centinaio di metri) e l’anfiteatro segnò il punto di massima espansione raggiunta della Florentia romana verso est.

Non è mai stato scavato sistematicamente, ma sono avvenute scoperte occasionali, come nel 1887 quando ne venne alla luce una piccola parte. La sua presenza si può comunque percepire dall’andamento curvo delle vie che lo circondano e dalla toponomastica della zona: via Tòrta (“Storta”), via del “Parlascio”. Parlascio infatti è la storpiatura del latino perilasium, che a sua volta viene dal greco perielasis (“girare intorno”), e che indicava appunto un anfitreatro. In molte altre parti di Italia e anche all’estero esistono toponimi derivanti dalla storpiatura di perilasium: verlascio, parlagio, pierlascio, ecc.

Ancora oggi però, se si ripercorrono quelle strade si può avere l'idea di quello che era l'anfiteatro romano di Florentia...

Firenze

50125 - Firenze (FI) Toscana
Piazza Pitti, 17
Distanza dal centro: 0,68 Km
Telefono: 0559060435
Partita IVA: 06520420487
REA: FI-634757
Comune di iscrizione C.C.: Firenze
Responsabile trattamento dati: Paola Gherardi Del Turco